venerdì 31 maggio 2013

La polizza assicurativa per gli infortuni diventa obbligatoria per gli avvocati

La polizza assicurativa per gli infortuni diventa obbligatoria per gli avvocati

La polizza assicurativa per gli infortuni diventa obbligatoria anche per gli avvocati a partire dall’1 agosto del 2013. Le categorie forensi avranno l’obbligo di stipulare un’assicurazione di responsabilità civile professionale.

Con questo post cercheremo di vedere in estrema sintesi cosa prevede l’obbligo di quest’assicurazione infortuni. In primo luogo, l’avvocato o l’associazione/società di professionisti ha l’obbligo di stipulare la polizza assicurativa per responsabilità civili dovute alla sua professione.
La custodia dei documenti, dei titoli, di somme economiche e di valori ricevuti dai clienti rientrano in questa categoria. Come può l’avvocato sottoscrivere la polizza assicurativa? Attraverso convenzioni sottoscritte da associazioni previdenziali ed enti forensi o dal CNF ancora in maniera autonoma.

Toccherà poi all’avvocato comunicare al cliente le generalità e gli estremi della propria polizza assicurativa. La stessa logica di sottoscrizione della polizza riguarda anche quella relativa alla copertura di infortuni derivanti anche per i propri collaboratori, dipendenti e praticanti in relazione all’esercizio svolto anche al di fuori del proprio studio legale nel caso dei collaboratori occasionali. In caso di variazioni della polizza, bisognerà comunicarle al consiglio dell’ordine.

In caso di inadempienza delle disposizioni in questione, ne consegue illecito disciplinare. Gli avvocati, come era prevedibile, non l’hanno presa bene per il semplice fatto che sono gli unici professionisti a dover sottoscrivere la polizza assicurativa per gli infortuni. Al momento della scrittura di questo post, i dubbi in materia sussistono. E fino all’1 agosto c’è chi spera che le cose possano cambiare.
Share This
Posta un commento

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Articoli consigliati

Designed By Blogger Templates