sabato 30 marzo 2013

Assicurazioni auto: tutte le nuove norme sul colpo di frusta

Assicurazioni auto: tutte le nuove norme sul colpo di frusta

Colpi di frusta e assicurazione, le regole sono cambiate..

Il decreto legge sulle liberalizzazioni, divenuto legge 24 marzo 2012 n. 27, ha modificato la normativa sulle lesioni di lievi entità, a seguito di un sinistro automobilistico. Nello specifico, la limitazione della risarcibilità del danno da colpo di frusta o da microlesione obbligano l’automobilista a comportarsi in maniera differente rispetto al passato.

Come deve agire chi ha subito il sinistro? In primis, confermando con la maggiore precisione possibile l’orario del sinistro, visto che eventuali risarcimenti possono essere ottenuti esclusivamente dopo il controllo clinico strumentale. Il malcapitato deve poi procedere alla redazione del modulo CAI, informare la polizia, andare presso il pronto soccorso più vicino ed effettuare i dovuti esami, nell’attesa del riscontro medico. Nei giorni successivi al sinistro, sarà bene recarsi presso un ortopedico e chiedere il referto per iscritto dello stato generale della situazione, in modo da evidenziare la presenza di eventuali lesioni e, di conseguenza, la loro entità. Toccherà naturalmente al medico ortopedico stabilire se sarà necessario effettuare ulteriori esami.

Per concludere, l’obiettivo finale del legislatore è stato quello di ridurre il risarcimento danni da colpo di frusta. Nello specifico, nei casi di colpo di frusta, i danno saranno risarcibili se si riuscirà a dimostrare il danno subito e la sua entità, dopo il controllo clinico-strumentale. In questo modo, non vengono più risarciti quei danni di lieve entità. E sono in molti a pensare che la decisione presa dal legislatore sia stata la soluzione giusta per porre fine ai finti danneggiati e alle truffe ai danni delle compagnie assicurative. Dall’altro lato, c’è però da dire che lesioni di una certa rilevanza saranno impossibili da risarcire se la Tac non le evidenzierà (magari con esame del perito sarebbero state risarcite). Queste norme infatti fanno sì che la maggior parte degli incidenti di lieve entità, non comportando danni permanenti sulla salute dei soggetti lesi, siano assai più difficili da risarcire.
Share This
Posta un commento

Seguici su

Google+ Followers

Lettori fissi

Articoli consigliati

Designed By Blogger Templates